La scuola che vorrei

Standard

unnamed[1]L’idea che sta alla base del Progetto è offrire ai bambini la possibilità di dare suggerimenti fattivi alla nuova scuola che sarà costruita e che, probabilmente, vedrà

i miei alunni traslocare là nel corso della Scuola Secondaria di Primo Grado.

Il percorso, pensato assieme all’Amministrazione Comunale, prevede vari passaggi: inizialmente si lascerà il posto alla fantasia, per passare poi alla «lista dei desideri» fino all’incontro con le Signore Architetto dell’Ufficio Tecnico che si faranno carico di ascoltare le richieste dei bambini lavorando con loro su ciò che è realmente possibile.

In un secondo tempo, nelle classi, ci si dividerà i lavori (dopo aver concordato con l’Amministrazione i possibili campi di intervento) e verrà realizzato un plastico che sarà, appunto, la nostra «Scuola che vorrei».

Un segmento a parte sarà quello relativo alle regole condivise: per poter funzionare bene, il Polo Scolastico, che sarà molto grande ed affollato (si prevedono numeri di più di 400 alunni..) ci sarà bisogno di darsi una serie di regole che permettano ai grandi e ai piccoli di vivere al meglio e senza tensioni tutti i momenti della vita scolastica (divisione degli spazi, utilizzo di ambienti comuni….)

Il tutto sarà presentato alla Cittadinanza a fine anno, nel corso di un Consiglio Comunale Aperto.

Un progetto troppo ambizioso? Può darsi.

Andiamo a cominciare………

 

La scuola che vorrei power point solo presentazione

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...